3 buoni motivi per cambiare gli infissi di casa

Molti non lo sanno, ma non c’è nulla di più nocivo per una casa degli infissi vecchi ed usurati. Di solito, si tende a procrastinare la loro sostituzione, sottovalutando la loro importanza all’interno dell’economia domestica e annoverando l’acquisto di nuovi infissi tra le spese non essenziali, quando, in realtà, hanno ricadute molto pesanti su diversi aspetti di primaria rilevanza in un’abitazione, dalla sua sicurezza fino al valore effettivo dell’immobile, passando per l’efficientamento termico.

Ecco perché cambiare gli infissi, nel momento in cui quelli vecchi cominciano a mostrare segni evidenti di cedimento, più che una spesa, è da considerare un investimento, che apre a risparmi a lungo termine e migliora la vivibilità quotidiana all’interno della tua abitazione: scopriamo i tre motivi principali che dimostrano tutto questo!

Aumenta la sicurezza della tua casa

La prima motivazione che dovrebbe indurti a cambiare gli infissi è la sicurezza. Una questione a cui la maggior parte delle persone non riserva l’attenzione necessaria, perché magari non ha mai subito un tentativo di effrazione: ma nel caso dovesse verificarsi, la tua prima protezione contro gli scassi sono proprio gli infissi!

Se quelli di casa tua iniziano ad essere piuttosto datati, significa che non dispongono delle ultime tecnologie anti-effrazione e che quelle rudimentali da cui sono caratterizzati sono pure piuttosto usurate, divenendo facile preda anche dei criminali più inesperti: basti pensare che i vecchi infissi possono cedere a semplici tentativi di scasso fisico. Per questo, la strada sicura da percorrere è quella della sostituzione: sul mercato sono presenti opzioni, come quelle in PVC, dalla comprovata resistenza e durabilità, che possono essere rese ancora più impenetrabili da vetri anti-effrazione, sistemi di chiusura avanzati, serrature di sicurezza e pose in opera professionali. Con queste premesse, l’infisso non cederà neanche dopo i tentativi più complessi e prolungati, operati con strumenti elettrici.

Isolamento termico e risparmio energetico immediato

Cambiare gli infissi assicura poi altri vantaggi che riguardano l’efficientamento termico di un edificio, risolvendo alcune problematiche a cui si va inevitabilmente incontro quando le finestre cominciano ad essere vecchie. Gli infissi più antiquati, infatti, provocano dispersioni di calore d’inverno e fughe di aria fresca d’estate, determinando un utilizzo più insistito di riscaldamento e condizionatore, con conseguente aumento dei costi.

Le soluzioni più moderne, tra cui spicca soprattutto il PVC, garantiscono invece un isolamento ermetico, applicando il cosiddetto taglio termico tra ambiente interno ed esterno: in questo modo l’aria prodotta dal riscaldamento (o dal condizionatore) rimane dentro, non subendo gli influssi delle temperature esterne, che rimangono confinate al di fuori della barriera costituita dall’infisso. I benefici di un simile isolamento sono evidenti: la vivibilità all’interno dell’abitazione migliora a dismisura, proprio mentre i costi in bolletta calano in maniera significativa.

Incremento del valore immobiliare

Da quanto enunciato sin qui deriva il terzo motivo per cui cambiare gli infissi è assolutamente consigliabile: l’incremento del valore immobiliare complessivo della tua casa. Già, perché sostituire le tue vecchie finestre aumenta la vivibilità generale dell’immobile, che diventa molto più appetibile e fruttuoso sul mercato.

A confermarlo non solo la logica, ma anche i dati: nel post Covid si è stimato che l’installazione di nuovi infissi può accrescere il valore di un immobile fino al 19% e che permette ai proprietari di chiedere affitti più alti fino al 22%. Hai bisogno di altre motivazioni per cambiare gli infissi?